05.02.07

Team Magic M1-B 1:8 Gas Buggy

m1 scatola 500xw.jpg

Lo sapete tutti, che la mia carriera di pilota è iniziata nel fuoristrada scala 1:8, purtroppo molti anni fa. Non frequento più l’ambiente, ma la categoria resta per me affascinante e divertente come poche. Da Taiwan, per opera della Team Magic, Campione d’Europa 2006 nella scala 1:10 Touring con Dario Balestri, è arrivato un nuovo automodello fuoristrada chiamato M1-B, che in pista, pur essendo nuovissimo, ha già dimostrato grandissime potenzialità. Giulio Baronti, titolare della Electronic Dreams, che distribuisce in esclusiva sul territorio italiano i prodotti Team Magic, me ne ha dato uno da montare e presentare sul sito; ed io ovviamente non mi sono lasciato scappare l’opportunità, perchè come si suol dire : “il primo amore non si dimentica mai!”. La M1-B si differenzia dagli altri automodelli in molti particolari, è un modello bellissimo e assolutamente originale, iniziando dalla scatola che lo contiene, con bei colori e bella serigrafia, ma nessuna immagine di ciò che contiene; un modo intelligente per suscitare la curiosità degli appassionati.

m1 blister 500xw.jpg

Aprendo la scatola, si trovano in bella vista, alcuni dei componenti più importanti contenuti in una blisteratura trasparente. Gli altri pezzi sono suddivisi in sacchetti trasparenti e numerati.

m1 sacchetto 500xw.jpg

I sacchetti vanno aperti cronologicamente e permettono di completare il pezzo prima di passare al sacchetto successivo; gli eventuali pezzi che avanzano, servono per la sessione di montaggio successiva. Le istruzioni sono stupende, e pur essendo scritte in inglese, sono fatte talmente bene che è sufficiente osservare i disegni per monatre tutto senza errori. Si può sbagliare solamente se si vuole sbagliare. Le viti sono fornite assieme a una scatolina, separate le une dalle altre e con una guida in grandezza reale, in modo da poter prendere sempre quella giusta, fantastico!

m1 scatola viti 500xw.jpg

Rispetto a quanto capita di solito, le viti sono anche di ottima qualità. Il kit è completissimo, contiene il frenafiletti, l’olio per il filtro, i grassi siliconici per i differenziali, l’olio siliconico per gli ammortizzatori, tutte le chiavi che serviranno nel montaggio, frizione e i cerchioni.

m1 cerchi 500xw.jpg

Non ci sono le gomme, ma la scelta è giusta in modo che ognuno possa incollarvi sopra le gomme che preferisce; mettere quattro gomme tanto per mettercele, non serve proprio a nulla. Le cose più di difficili da assemblare, come i differenziali, gli ammortizzatori e i giunti omocinetici sono già preassemblati dalla Team Magic. Meglio di così non si può!

m1 tre diff 500xw.jpg

I pezzi sono precisissimi e si montano con una facilità estrema e in pochissimo tempo. La macchina è veramente interessante con soluzioni tecniche all’avanguardia, completa di tutto; ha sei omocinetici che rendono molto scorrevole la trasmissione, ammortizzatori di ergal, registri destri sinistri ovunque, barre antirollio, differenziali registrabili, insomma c’è proprio tutto, senza bisogno di aggiungere nessun optional, e dulcis in fundo, costa appena 799.00 Euro. Un rapporto qualità/prezzo notevole. I differenziali hanno sei ingranaggi a denti conici realizzati in acciaio (due planetari Z20 e quattro satelliti Z10), il perno porta satelliti porta alle estremità due piccoli OR per mantenerlo perfattamente in sede.

m1 diff ant 500xw.jpg



m1 diff ant aperto 500xw.jpg

La cassa del differenziale è in plastica ma il tappo inferiore, su cui si impanano le quattro viti che tengono il tutto chiuso, è in alluminio anodizzato.

m1 grano reg 500xw.jpg

I tre differenziali sono registrabili, tramite due piccoli grani che si trovano sulla cassa, che avvitati vanno ad agire su due masse che induriscono il differenziale, agendo sul planetario. Di serie i differenziali sono forniti liberi, sarà la pista ad indicare quale durezza servirà. Le due corone coniche in acciaio, hanno 43 denti elicoidali, mentre i pignoni conici sono Z13. La corona centrale sempre in acciaio è una Z46. I differenziali vanno riempiti all’80%, quello anteriore usando per metà grasso siliconico 7000 e per metà 1000, quello centrale con il 7000 e quello posteriore con il 1000. Sulle quattro viti a testa svasata M3x23.5mm, che chiudono le casse dei differenziali, non dimenticate di apporre un pò di frenafiletti.

m1 cellula post aperta con diff 500xw.jpg

Quando inserite i differenziali, nelle cellule (su cui verranno ancorate le sospensioni), avrete a disposizione diversi rasamenti per ottenere il giusto gioco della coppia conica.

m1 retrotreno sotto 500xw.jpg

Le cellule sono perfettamente sigillate, in modo che non possa entrare la sporcizia.

m1 cell ant 500xw.jpg

m1 avantreno 500xw.jpg

m1 avantreno visto davanti 500xw.jpg

Sull’avantreno troviamo una barra antirollio da 2.5mm, bracci sospensione inferiori a quadrilatero, mentre quelli superiori sono a triangolo. I perni dei bracci inferiori non scorrono all’interno dei bracci stessi ma su boccole; un sistema eccellente che migliora la precisione del modello.

m1 grano fusello ant 500xw.jpg
Attenzione a quando avvitate questo grano sul fusello anteriore

I fuselli in alluminio sono montati sulle classiche “C”, molto robuste e avvolggenti.

m1 bicchierino omoc 500xw.jpg

Prima di montare gli omocinetici controllate che sui grani che bloccano la spina sia presente il frenafiletti, io su alcuni l’ho trovato su altri no, quindi un controllo prima del montaggio si rende necessario. I cuscinetti con schermi in gomma removibile (comodissimo per la loro pulizia), sono montati su boccole di plastica.

m1 cuscinetti 500xw.jpg

Ottima scelta, quando prendono gioco si sostituiscono, mentre il fusello rimane come nuovo. Una cosa che vi farà risparmiare un pò di quattrini. Regolabile anche il caster, agendo sul braccio superiore. Anche l’angolo di Ackermann può essere variato. Il telaio inclinato nella parte anteriore per l’antiaffondamento, è in alluminio da 3mm, con diverse fresature, che oltre ad alleggerirlo ne migliorano il look.

m1 telaio sopra 500xw.jpg

m1 telaio sotto 500xw.jpg

m1 avant retro su telaio 500xw.jpg

I puntalini di rinforzo, sono fissati direttamente sul telaio, contornato da belle vaschette antipolvere che si accoppiano perfettamente alla carrozzeria, garantendo un’ottimale protezione all’automodello contro polvere e fango.

m1 gommino arancio 500xw.jpg

L’avantreno presenta una sorta di parastrappi nel collegamento al telaio, che gli conferisce una certa elasticità, importante nell’atterraggio dai salti. Tramite una boccola eccentrica, è possibile modificare l’altezza del braccio superiore nella parte interna. Ci sono tre posizione per la posizione superiore dell’ammortizzatore e due nella parte inferiore, e anche due posizioni per il camber.

m1 chiave nf 500xw.jpg
Chiave della N. Faor per stringere il grano sulla spina del giunto

m1 retrotreno 500xw.jpg

m1 retro su telaio sotto 500xw.jpg

Sul retrotreno abbiamo i bracci inferiori a triangolo mentre quelli superiori sono a tirante, montati su snodi sferici, belli e robusti.

m1 snodo post 500xw.jpg



m1 snodi bracci post 500xw.jpg

Spostando il fusello posteriore, si può aumentare o diminuire il passo dell’automodello. Diverse le regolazione presenti sul retrotreno, sia per il centro di rollio, che per l’altezza del braccio superiore (per il recupero di camber). Tre differenti punti di fissaggio sia sopra che sotto per gli ammortizzatori.

m1 camma antiaf post 500xw.jpg

m1 camma conver post 500xw.jpg

Tramite boccole eccentriche è possibile anche la regolazione dell’antiaffondamento e della convergenza, così com’è possibile la regolazione del fine corsa in estensione (questo anche sull’avantreno). La barra antirollio posteriore è da 3mm.

m1 salvaservo lato molla 500xw.jpg

m1 salvaservo montato 500xw.jpg

Il salva servo tutto su cuscinetti, si monta con molta facilità, e permette tramite una ghiera filettata di regolare la durezza della molla.

m1 diff centr con dischi 500xw.jpg



m1 diff cent altra vista 500xw.jpg



m1 centrale su telaio 500xw.jpg

m1 diff cent primo piano 500xw.jpg

Sul differenziale centrale è montato un doppio freno con pastiglie in ferodo e dischi in acciaio autoventilanti (con diametri differenti, quindi attenzione nel montaggio).

m1 pastiglia 500xw.jpg

m1 corona cent 500xw.jpg

Il differenziale centrale viene completamente coperto e avvolto da una protezione in plastica per evitare che la miscela possa finire sui dischi freno.

m1 totale piastra radio 500xw.jpg

La piastra radio è in carbonio e i due servi sono montati in posizione sdraiata, per poter abbassare al massimo il centro di rollio, e ospita due scatoline sigillate che conterranno pacco batterie e ricevente.

m1 rinvio servi 500xw.jpg

Il sistema di rinvii per i servocomandi è fantastico e assolutamente funzionale.

m1 ammort aperto 500xw.jpg

m1 ammort completi 500xw.jpg

m1 ammort ant montati 500xw.jpg

m1 ammort tutti montati 500xw.jpg

Gli ammortizzatori, più corti quelli anteriori, sono di generose dimensioni, in alluminio anodizzato, stelo da 4mm e pompante a due fori in delrin. Sullo stelo è presente anche una cuffietta parapolvere. Il tappo che contiene la membrana per il recupero del volume è assai originale, con l’occhiello di attacco posizionato lateralmente e non sopra come nella norma, fissati ad uno snodo sferico che consente loro di muoversi quel tanto che basta durante l’uso, perchè possano lavorare in modo ottimale. Gli ammortizzatori sono precisissimi, e il pompante scorre benissimo anche a secco. Nella confezione trovate un olio siliconico di densità 300 con cui caricare tutti gli ammortizzatori. Gli ammortizzatori anteriori sono coperti da un coperchio in plastica che li protegge in modo ottimale in caso di capottamento.

m1 serbatoio 1 500xw.jpg

m1 serbatoio 2 500xw.jpg

Il serbatoio della M1-B è fantastico, assolutamente spaziale, come da migliore tradizione Team Magic, ed è montato in posizione quasi centrale.

m1 carrozza montata 500xw.jpg

m1 riforni 500xw.jpg

Il tirante per aprirlo esce da una fessura a sportellino fissato direttamente sulla carrozza, che consente un riempimento di carburante veloce e pulito.

m1 alettone 500xw.jpg

m1 fissaggio alettone 500xw.jpg

m1 camma reg inclinazione alettone 500xw.jpg
Camma regolazione inclinazione alettone

L’alettone è a sgancio rapido, come del resto anche la piastra radio ed il serbatoio, e tramite una camma eccentrica se ne regola l’inclinazione. La carrozzeria filante e avvolgente (molto “Racing”), è ricoperta da una pellicola protettiva da rimuovere dopo la verniciatura, ed è perfettamente segnata dove deve essere tagliata.

m1 filtro aria 500xw.jpg

Il kit della M1-B vi offre anche un filtro aria a doppia spugna che dispone di un coperchio avvolgente da usare in caso di pioggia. La M1-B è fatta veramente bene, pulita, bassa e filante, si monta senza problemi, tutto torna senza bisogno di ritoccare niente, ha soluzione tecniche notevoli e all’avanguardia. Un automodello davvero notevole! Io ne sono rimasto davvero affascinato. Peccato non poterla provare in pista!

m1 raschia cerchio 500xw.jpg
Indispensabili i raschia fango

m1 supp marmitta 500xw.jpg
Supporto marmitta a spirale

m1 staffa motore 500xw.jpg
Molto bello il supporto per il motore

m1 decals 500xw.jpg

Posted by stefanoberna at 05.02.07 14:49
Commenti
Termini d'utilizzo: L'autore del Blog è responsabile in via esclusiva del contenuto delle dichiarazioni inviate tramite la propria username e password. Modellismo Nanni non compie alcun preventivo controllo sui contenuti inviati dall'autore e non è in alcun modo responsabile del contenuto illecito, illegittimo, mendace, impreciso delle stesse e non risponde in alcun modo dei danni o del mancato guadagno causati all'autore o a terzi. (continua)